Merck For health

4-5 novembre 2017
Caffè Letterario, via Ostiense 95, Roma
#hackmerck17

Ottimizzazione dell’assistenza dei pazienti in trattamento con ormone della crescita

I medici endocrinologi hanno a loro disposizione un’ampia scelta di trattamenti farmacologici per la gestione dei pazienti affetti da deficit dell’ormone della crescita. Sebbene esistano strumenti in grado di supportarli nella scelta della terapia più adeguata, il dispendio di tempo nelle attività di gestione e monitoraggio continuativo del trattamento è elevato. Una ottimizzazione del tempo impiegato nella pratica clinica consentirebbe allo specialista di potersi dedicare maggiormente alla costruzione di una più solida relazione con pazienti e caregiver.

Sfida

Come supportare il medico nelle attività di gestione e monitoraggio del trattamento con ormone della crescita, affinché possa avere più tempo da dedicare alla relazione con il proprio paziente?

Aree da esplorare e suggerimenti

  • Coinvolgimento di tutte le figure professionali che intervengono nel percorso di cura del paziente (medico specialista e infermiere).
  • Formazione su patologia e trattamenti.
  • Integrazione dei diversi strumenti attualmente disponibili.
  • Importanza dell’affidabilità del dato clinico.

Scenario: ENDOCRINOLOGIA

L'endocrinologia ha per oggetto i disturbi del sistema endocrino. Gli organi endocrini rilasciano ormoni in circolo e regolano numerosi processi, tra i quali la crescita e il metabolismo corporei. Mantenere il giusto equilibrio ormonale è essenziale per una buona salute.
L’ormone della crescita è prodotto dalla ghiandola pituitaria nel cervello ed è essenziale per la crescita; anche nell’adulto, continua a regolare diversi processi fisiologici e metabolici.
Il deficit dell’ormone della crescita o Growth hormone deficiency (GHD) è una patologia rara che colpisce principalmente i bambini ed è caratterizzata da bassa statura e alterazioni del metabolismo glucidico e lipidico.

Diagnosi precoce e trattamento farmacologico possono aiutare i bambini con GHD a crescere in modo regolare e raggiungere una statura nella norma, ereditata dal corredo genetico di entrambi i genitori1.
I disturbi endocrini, come il GHD, richiedono un trattamento a lungo termine che può durare per molti anni con un effetto importante sul benessere dei pazienti e un miglioramento nella qualità della vita.
La somministrazione giornaliera dell’ormone si protrae, in media, per almeno nove anni e varia in base alla risposta clinica in termini di accrescimento staturale2.
Pertanto, l’aderenza alla terapia, tramite una corretta auto-gestione del trattamento costituisce una “sfida” impegnativa per i pazienti, i genitori, i caregiver e gli operatori sanitari (la maggior parte dei bambini, ad esempio, rifiuta ad un certo punto della vita la somministrazione del farmaco).

Fonti:
1,2 Sito web Merck, sezione Endocrinologia. Disponibile all’indirizzo https://www.merckgroup.com/en/expertise/endocrinology/childhood-growth-hormone-deficiency.html

I partner dell'iniziativa

con il patrocinio di